3.2.07

Due parole su quello che è successo a Catania

Quello che è successo a Catania mi ha dato molto da pensare... Mi ha fatto pensare al calcio, o a quello che sta diventando, ad una persona che non c'è più perchè faceva il suo dovere, a dei malati che hanno come unica valvola di sfogo della loro squallida vita lo stadio, dove possono essere ciò che veramente sono: degli animali...
Si, possono essere solo degli animali ad aver fatto quello che è successo. Il calcio è divertimento, ed io vado allo stadio solo per divertirmi, stare vicino alla mia squadra, godermi una vittoria o disperarmi per una sconfitta, con la consapevolezza che c'è lì della gente che è deputata a proteggermi dai suddetti animali. Ma come è possibile che esistano tifosi così, per di più devoti (stando alle coreografie di Sant'Agata mostrate durante la partita), e per di più alcuni sono figli di poliziotti.
Non sono mai stato un amante delle forze dell'ordine, perchè ho visto fare cose del genere anche a loro, tuttavia non riesco a comprendere i motivi che possono spingere un uomo a comportarsi così...

1 commento:

angela abruzzese ha detto...

complimenti per quello che hai scritto: stai diventando più riflessivo e maturo. Per fortuna sei diverso da "quei tifosi". Resta sempre così! Tua madre